GRANDI LETTRICI CRESCONO a cura di Silvana Ferrari

 



Yasmina Reza


Felici i felici

Adelphi 2013 - euro 18.00

recensione di Silvana Ferrari


Il romanzo, introdotto da una splendida citazione di Jorge Luis Borges e che dalla stessa prende il titolo - Felices los amados y los amantes y los que/ pueden prescindir del amor./ Felices los felices - è un catalogo di sentimenti in cui una coralità di voci racconta storie di vita e di infelicità, spesso intrecciate fra loro e dipendenti inestricabilmente dalle loro stesse relazioni, di coppia, parentali, amicali, di lavoro. Tradimenti, gelosie, incomprensioni, indifferenza sembrano prevalere rispetto ai sentimenti di amore e attenzione reciproca.
Dove si nasconde allora la felicità che l'autrice vuole indagare e che cos'è?
Yasmina Reza, drammaturga, scrittrice, attrice e sceneggiatrice francese, autrice di premiate piéces teatrali fra cui Il dio del massacro da cui Polanski trasse nel 2012 il film Carnage, percorre questo tema arduo e spinoso senza cadere nell'ovvio o nel banale, fornendo ritratti e situazioni in cui i personaggi sono messi a nudo nelle loro quotidiane piccolezze, nelle loro solitudini, nei desideri poco confessati, di trovare un orecchio attento o una spalla su cui posarsi, troppo presi come sono in lotte di prevaricazione, in egoismi infantili, in ipocrisie verso i figli e i familiari. Per non parlare delle violenze fisiche e psicologiche.
Osservazioni e riflessioni cariche di cinismi e prive di ipocrisie circolano nei dialoghi delle coppie come pure una realtà senza veli è continuamente descritta e sembra rivelare tutto sull'altro e dell'altro, ma di fatto tutto nasconde come le pulsioni più semplici verso la serenità, l'amore e la comprensione. Tutto è nascosto, sepolto nell'intimo, celato per la paura di non trovare una corrispondenza nel proprio desiderio di aprirsi e di rivelarsi, terrorizzati dall'aggressività altrui e resi inermi dalle proprie fragilità.
La felicità inseguita oppure disdegnata ricorre spesso nei discorsi dei protagonisti. Diventa un talento. 'Non puoi essere felice in amore se non hai un talento per la felicità' . E anche qualcosa di fuggevole. 'Forse avere un'infanzia felice non è un bene per la nostra vita'. Ma anche qualcosa che si persegue con puntiglio e volontà, come una decisione da prendere una volta per tutte mantenendo fissa quella rotta.



28 maggio 2014

 

O