Leggere e/o Guardare (a cura di Marcella Busacca)

 

 

 

I 'classici' dell'Impressionismo della collezione Paul Guillaume
Cézanne Renoir
30 capolavori dal Musée de l'Orangerie di Parigi
22 marzo 3 luglio 2005

di Marcella Busacca

Cézanne, Alberi e case

Nella sede espositiva dell'Accademia Carrara a Bergamo c'è un'interessante mostra di trenta quadri di Cézanne e Renoir provenienti dal Musée de l'Orangerie di Parigi.
Due dipinti di Picasso e Matisse, provenienti dalla stessa collezione, completano l'esposizione. La cosa che più colpisce è l'allestimento che fa vedere i forti contatti tra i due pittori più anziani e la loro influenza sui due più giovani. Ma la cosa più affascinante è il filmato su Paul Guillaume e la moglie Domenica: due collezionisti instancabili,oltre che raffinati galleristi, che riuscirono ad imporre ad acquirenti francesi ed americani i pittori da loro più amati. La collezione Barnes si costituì su consiglio di Guillaume, anche se alcune volte fu l'americano con richieste particolari a condizionare i gusti e le ricerche del francese. La loro casa di Parigi era un piccolo museo e le gallerie sparse per la città rappresentarono un luogo di incontro e di dibattito. Su tutto dominava la presenza dei quadri i Cézanne e Renoir che vivevano ritirati in Provenza a bearsi di luce e di colore mentre nell'agitata metropoli nascevano nuovi linguaggi e si imponevano nuovi artisti.
La mostra è disposta come se si svolgesse un dialogo tra i due artisti.

Renoir, Ritratto di due bambine 

 Renoir sembra privilegiare la figura umana: una splendida bagnante che richiama le bellezze rinascimentali o fanciulle che suonano il piano, ma Cezanne risponde con un bellissimo ritratto della moglie in giardino. Nature morte e fiori si fronteggiano rivelando la diversa l'attenzione dei due artisti per le forme e per i colori. I paesaggi di Cezanne invitano a perdersi nel verde e il suo mare appare a tratti tra il verde degli alberi e il bianco delle rocce su cui stanno gruppi di bagnanti. Un po' discutibile l'assunto della mostra: Cézanne è il maestro di Picasso e Renoir di Matisse. Ma con tutto l'amore che si può provare per Renoir non mi sembra che Matisse e i fauves abbiano molto da imparare da lui.

19 maggio 2005