visioni facoltative
a cura di Micaela Mander

 

 

 

Alla ricerca dell'identità: Marta Sesana

Sembrano modellate con il pongo, e poi ritratte in colori freschi e vivaci, le figure protagoniste della folla che Marta Sesana ama dipingere, e in cui si perde e si ritrova. Come nella vita di tutti i giorni, nella dimensione delle grandi città, ci si scontra e incontra con migliaia di individui diversi, così sulla tela Sesana si scontra e incontra con la corporeità dirompente di uomini e donne, deformati, tremolanti, che a loro volta faticano a tenersi insieme.

Metafora della difficoltà dell'essere e dell'esistere, ma anche rassicurante massa in cui nascondersi: il mondo della giovane pittrice è popolato da creature colorate e giocose, viste da vicino (quasi lo sguardo di un bambino che si aggrappa all'adulto), debordanti dal quadro, in modo da riportarci al tutto indistinto dell'infanzia.


La pittura per Sesana diviene perciò strumento di denuncia di un malessere, e anche modo per creare conforto; eco di una oscillazione interiore tra riconoscimento della realtà e bisogno di attenzione. Ma soprattutto, mestiere serio, tra figurazione ironica, illustrazione e pittura pura.

micaela mander

Abbiamo parlato di:
Marta Sesana, Nella massa, a cura di F. Arensi, Allemandi 2009

Per saperne di più:
Non mi risulta che l'artista abbia creato un suo sito internet, comunque viene citata in diversi siti dedicati all'arte, dove potete visionare anche diverse sue opere.

 

16 settembre 2009

 

 

O